Simone

Simone and I first met in grade five, when her family moved to Ticino from Geneve. We immediately hit it off, and remained tight friends until she moved to another city after Jr. High School. She studied tourism and worked for Cross Air until its dissolution into Swiss, and then in a Tourist Information Center until she became a mom.

Simone 1Wanting to be completely engaged and present for her children, she took a break from work until they were in school, a period in which she began experimenting with her passion for baking. When they went back to school she continued to work part time, while the kids were in school, and tirelessly laboured to improve her baking skills at home. As she learned more via YouTube she became more intrepid in the types of cakes she would attempt, until she started being asked about her cakes by the kids’ teachers, her friends, and family. Once her friends’ friends started requesting cakes, she began seriously considering getting certification to be able to expand on this business opportunity. She immediately started a facebook page to be able to share pictures and become more accessible. Meanwhile she took an extensive course covering all the essentials of baking professionally, and started working from her atelier, making cakes on demand, gradually incrementing her knowledge about a variety of cake design techniques.

As the culture of team-building at her eight year long part-time job shifted, she decided it was time to make of her passion a full time occupation. It just so happened that as she was considering her options, an intensive master class was being offered, and the perfect spot for a tea room opened up, so she grabbed the opportunity, and ran with it!

As a Swiss momtreneur she is big on using local products, supporting Swiss small businesses, and creating a unique experience, where everything is either handpicked or handmade by her, including the drinks (such as juices by Opaline, syrups by Sirupier de Berne, coffee Chicco d’Oro from Ticino, and organic Swiss teas), the décor (shabby-chic handmade by her), the comfortable atmosphere (warm and inviting), the tailor-made classes and parties she organizes on a monthly basis, and every treat you find in her tea room. She even offers demonstrations at the yearly market in Saint Croix (VD), where families can try their hand at decorating cupcakes and get a taste of her sweet delights! Although she is quite successful and the services she provides and products are of a uniqueness and quality that could easily cost a premium, her main objective is to do something she loves for the people she loves, at a price that is accessible.

She is a shining model for women entrepreneurs, and she is living proof that if you believe in your ideas with passion and in line with your principles, you can run a successful business and thrive! Because she is personally invested in her work, she has complete control over what types of ingredients and processes she uses, and is able to cater to specialized needs, such as gluten-free, lactose-free, and so forth.

I asked her if she thought this was a model that can be applied across the board, and she replied emphatically that, unless other life circumstances prevent you from having this flexibility, with today’s access to technology and social media, probably about 90% of women would be able to do this. If you are passionate about something, and you have the skills, it not only makes sense for you to pursue it for your own satisfaction, but for the benefit of your community as well. If we all applied ourselves to succeed in our individual fields, we would certainly have a lot more disposable income and time to spend doing the things we love with the people we love. As Confucius famously said, and she believes wholeheartedly (you’ll see this affixed at the front of her shop): “Choose a job you love, and you will never have to work a day in your life.” Small businesses simply make sense all the way around!

Simone 11Simone 12You can read the interview in the original Italian below. Her tea room is called Deco Cake by Simo, and you can find more information about it on her FB Page and her website.

Here is the interview in the original Italian:

Cosa puoi dirci del tuo background?
Ho fatto degli studi superiori nel turismo ed ho lavorato per diversi anni nel turismo sia in agenzia di viaggio che all’aeroporto. Ma dopo aver fondato una famiglia il lavoro è andato in secondo piano e dopo una pausa maternità di quattro anni e mezzo ho ripreso un lavoro in ufficio dove ero molto libera di gestire il mio tempo e ho potuto adattarlo alla vita famigliare. Avevo molta indipendenza. Poi è arrivata un po’ per caso la mia passione per il cake design e ora ho la mia propria piccola impresa: un tea-room cupcakerie dove do anche corsi per bambini e adulti e dove realizzo le mie torte.

Che mete ti sei fissata, le hai raggiunte, sono come te le eri immaginate, o ne hai cambiato alcune?
La mia meta era di fondare una famiglia, ed essere realizzata. Le ho realizzate entrambe. L’unica cosa che e forse cambiata e che pensavo di dedicarmi interamente alla mia famiglia, ma dopo qualche anno il contatto con altri adulti mi mancava e così ho iniziato a lavorare, e ora che le bimbe sono grandi ho sempre più tempo per me, senza intaccare il tempo dedicato a loro e così riesco a realizzarmi.

Cos’hai imparato che non avresti imparato neanche se qualcuno te l’avesse detto?
Il cake design. Ho sempre amato la pasticceria, ma non ho mai pensato che da una mia passione avrei potuto creare una piccola impresa. Ne sono fiera.

Che aspetti della vita ti hanno sopreso di piu?
Devo dire che mi sorprende la velocità con la quale il tempo passa, e che le cose che mi diceva mia madre, quando aveva l’età che ho io ora erano vere, e mi ritrovo a dire le stesse cose alle mie figlie.

C’e qualcosa che ti ripeti, o che fai regolarmente, per mantenerti motivata?
La motivazione mi viene con il fatto che voglio essere realizzata, fare di ogni giorno un giorno speciale, di non subire la vita, ma di esserne il conducente. Mi motiva avere dei progetti per il futuro, una volta che le bimbe saranno fuori casa, avere ancora tanti anni da passare con mio marito.

Qual’era il consiglio piu utile che hai mai ricevuto?
Sii indipendente e fai sempre quello che vuoi. Non abbatterti alla prima caduta, ma rialzati e ricomincia.

Cos’e la tua definizione di amicizia?
L’amicizia è per me importante ed è rivedere una persona che forse non hai visto da tanto, ma parlarle come se l’avessi vista ieri, un’amica ti capisce e non ti giudica, non ti rimprovera ed è qui per te nei momenti belli ma anche nei momenti brutti. Poter parlare di tutto senza tabù.

Potresti dire quali furono I momenti piu decisivi della tua vita, e perche pensi che siano cosi importanti?
Un momento decisivo è stato quello quando ho deciso di restare in Ticino per continuare gli studi, mentre il resto della mia famiglia era ritornato in Svizzera francese. Ho deciso che volevo fare un’altra cosa che quella che era “prevista” per me. Lì che ho deciso di prendere il mio destino nelle mie mani.

Hai una ricetta segreta per il tuo successo?
Il mio segreto è fare quello che vuoi, e non quello che gli altri vorrebbero che tu facessi. Vivere pienamente la vita. Rendersi conto che ognuno ha delle capacità e usare queste capacità per migliorare la propria vita, uscendo dagli schemi e non semplicemente seguire un tracciato già pronto.

Se dovessi nominare una persona come quella che ti ha ispirato di piu, chi sarebbe e perche?
Mio marito: mi ispira ogni giorno per la volontà che ha, per la perseveranza, e per i suoi sogni che sa che un giorno si realizzeranno. Per la sua forza di volontà e la sua dedicazione in quel che fa. Quando decide che vuole una cosa fa di tutto per raggiungerla e ci riesce.

Quali sono stati i maggiori ostacoli che hai dovuto sormontare, e come li hai affrontati?
Gli ostacoli sono stati quando ho scelto di non andare all’università, una parte della mia famiglia, mia madre, non era d’accordo, ma li ho sormontati impuntandomi e dimostrando che la via che avevo scelto era quella giusta per me.

Se potessi trovare la combinazione perfetta per il benessere, come sarebbe?
Il benessere è svegliarti ed essere felice per la giornata che ti aspetta, essere piena di energia e aperta agli incontri e alle possibilita che la giornata ti possa portare. Andare a dormire serena essendo soddisfatta della giornata che hai passato.

Cosa da sapore alla vita?
L’amore, le gioie, le soddisfazioni. Anche i loro diretti contrari, altrimenti non sapremmo che siamo felici se non abbiamo mai provato l’infelicità.

Cosa vorresti che la gente ricordasse di te?
Vorrei che ricordassero la mia allegria e il mio positivismo.

Cosa pensi che sarebbe la contribuzione piu importante che si possa fare oggi nel mondo?
Ognuno dovrebbe fare attenzione a piccole cose, come lo spreco degli alimenti, la pulizia del nostro piccolo habitat, e il rispetto gli uni per gli altri, e per gli animali. Se tutti mettessero una piccola goccia nell’oceano di queste cose, il mondo sarebbe migliore.

2 thoughts on “Simone

Add yours

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

Create a website or blog at WordPress.com

Up ↑

%d bloggers like this: