Cinzia

English summary follows

Di me: sono una donna felicemente sposata, ho un figlio di vent’anni del quale sono molto orgogliosa. Mi reputo molto fortunata per ciò che ho, ma sono anche consapevole di aver avuto la mia dose di difficoltà nella vita sia personale che professionale.

I miei sogni: fin da piccola volevo una famiglia ed un lavoro che mi piacesse. Li ho ottenuti entrambi. Da piccola mi immaginavo in un appartamento di una grande città e di lavorare in una posizione lavorativa importante a livello sociale: volevo fare il medico. Non è quello che mi è successo, per fortuna, altrimenti non avrei avuto mio figlio e mio marito, i quali amo moltissimo!

La mia professione: Sono una terapista ed Insegnante Shiatsu e da poco mi sono anche diplomata come Omeopata. Fin da giovane mi veniva istintivo massaggiare i miei parenti ed amici all’occorrenza, ma solo in età adulta ho avuto l’opportunità di frequentare un corso di massaggio classico. Dopodiché ho incontrato mio marito, poi è nato mio figlio e questa mia passione l’ho accantonata per oltre dieci anni. Poi nel 2005 è iniziata l’avventura dello Shiatsu.

Lo Shiatsu è una terapia giapponese, la quale ha una visione olistica della persona, ed è questa la differenza sostanziale rispetto alle classiche terapie europee o occidentali.

Per quanto riguarda l’Omeopatia invece, la conoscevo come paziente già da molto tempo prima di iniziare la relativa formazione. Quest’ultima è stata una scelta dettata anche da una mia esigenza professionale maturata dopo alcuni anni dall’apertura del mio studio di terapia Shiatsu. Sentivo che per poter aiutare ancor di più i miei pazienti, mi mancava uno strumento di cura.

Le due terapie sono complementari fra loro, proprio perché entrambe vedono la persona nella sua interezza. La persona ha tre livelli: emotivo, mentale e fisico, che sono legati fra loro sia nelle cause di malattia che nelle relative conseguenze. E vi è una Forza Vitale/Prana/Qi (definizione rispettivamente omeopatica/ayurvedica/medicina tradizionale cinese) che governa il tutto, e senza la quale il corpo sarebbe solo un involucro. Curiosamente, questo è l’argomento della mia tesi in Omeopatia, dove ho portato anche un caso clinico di un mio paziente curato con entrambe le terapie 😉

Cinzia 1

Gli ostacoli: questi si trovano nella mentalità della nostra società: abituata a rivolgersi al medico per la pillola magica che risolve il suo problema delegandoglielo senza affrontarlo, e soprattutto la fretta nel raggiungere la guarigione. Devo dire che di solito chi si rivolge a me è perché in cuor suo ha capito che molto probabilmente la via dei medicamenti chimici non è ciò che gli occorre. Io sono sempre molto sincera anche nel mio lavoro, perciò spiego ai miei pazienti tutto ciò che serve loro per affrontare il cammino verso la guarigione.

Ovviamente la medicina classica è un bene che esista, perché in alcuni casi è l’unico mezzo per raggiungere la guarigione!!

Le tappe piu importanti della mia vita: sicuramente quando ho incontrato mio marito, perché dopo il nostro terzo appuntamento, un giorno tornando a casa dal lavoro, mia madre mi disse che mio padre era stato ricoverato in ospedale per un infarto: il mio primo pensiero verso mio padre fu “devo fargli conoscere Luca, perché sarà l’uomo con cui passerò il resto della mia vita!” . Mio padre sopravvisse all’infarto e ora dopo 25 anni io e mio marito stiamo ancora insieme. Ovviamente il giorno più importante della mia vita è stato quando è nato mio figlio.

Cosa mi ripeto per continuare in avanti: quando sono sopraffatta dagli impegni a medio o lungo termine, mi ripeto “fai una cosa alla volta, affronta un giorno alla volta!” e “Non fare agli altri ciò che non vuoi che sia fatto a te!”

Cosa penso dell’amicizia: ho pochi amici e amiche, è sempre stato così fin da piccola. Perché per me l’amicizia è molto importante! L’amicizia per me significa potermi confidare sinceramente senza filtri, ed è quello che mi aspetto in cambio. Il rispetto reciproco ed il sostegno in caso di bisogno. Il vero amico è colui che è presente nei momenti difficili ma anche in quelli belli, che ti conosce meglio di te stessa. Non
per forza è una persona che frequento spesso, perché magari abita lontano, ma che mi sta vicino anche solo con una telefonata o un messaggio. Un’amica è la sorella che ti scegli, non quella che hai perché semplicemente hai gli stessi genitori! Credo anche che alcuni amici facciano parte solo di un periodo della propria vita, altri, invece, se sei fortunata ti restano accanto per molti anni. Ma si sa che la vita a volte è, come si dice, imprevedibile, e così ti fa rincontrare con amici dopo anni o decenni di distacco.

Sul sapore della vita: per me il sapore della vita è la felicità che è composta dall’amore, l’amicizia, la musica, il buon cibo, il sole e il mare.

Cosa vorrei che ci si ricordasse di me: vorrei che ricordassero che ero una Brava persona, che aiutavo il prossimo, che ero corretta e simpatica.

La combinazione perfetta per il benessere: nella nostra società la vedo difficile da raggiungere per i motivi che dicevo prima…per una questione di educazione. Il benessere dovrebbe essere insegnato a scuola ai bimbi fin da piccoli. In realtà si tratta di una capacità istintiva innata, che poi però viene soffocata crescendo, grazie ai ritmi e ai costumi della società in cui si vive. È la capacità di ascoltarsi, di riconoscere i segnali del nostro corpo, un auto-ascolto che se fatto a dovere ci può indicare anche la cura da attuare.

Il contributo piu importante che si possa fare: questa è una domanda difficile….perché dipende dal contesto…. Comunque io credo che se tutti fossero sinceri ci sarebbero molti meno problemi, sia a livello di rapporti interpersonali che in altri ambiti.

Cinzia 2

Puoi trovare lo studio di Cinzia e scoprire piu dettagli sulle terapie Shiatsu sul suo sito: http://www.terapielagemma.ch

English summary:

Cinzia is an old elementary school friend of mine, she was my first bff! Already then she displayed an inordinate self-awareness and maturity that literally helped me grow through the various stages of my childhood with less fear and apprehension. Her insights and calmness were contagious, and although we lost touch once we got filtered through to different schools, she always held a very special place in my heart. We were aged in the single digits, and already, she was a rock!

She’s a happily married mother of one, who teaches and practices Shiatsu and Homeopathic medicine at her studio, in our hometown of Locarno (Switzerland). It seems very apt for her to have fallen into this field of work, so I asked her to tell me more about her passion.

She started off practicing traditional massage, but eventually found Shiatsu, which she found to be more in line with her own personal beliefs and her desire to provide a more holistic resolution to her clients’ needs. Along came an interest in homeopathy, which nicely complements her therapeutic approach.

Cinzia 3

Essentially, the human being has three levels of being: the emotional, the mental, and the physical, which are interconnected not only in terms of their uses, but also in the consequences for our health and wellbeing. There is a Vital Force/Prana/Qi (in Homeopathic, Ayurvedic, and Traditional Chinese terms, respectively), which governs everything, and without which the body is reduced to a mere vessel.

The main obstacles that she faces are mainly in the deeply-ingrained mentality in our society, which delegates all responsibility to the cure of ailments to main stream doctors, who are believed to have a magic pill to fix every ailment, in a flash. This precludes facing the underlying issues, and rushes blindly towards a suppression of the symptoms, rather than exploring the root causes for long-term wellbeing. Of course, sometimes classical medicine is the only means of recovery, and she’s always honest with her clients as to how to best approach their particular ailment.

The perfect recipe for wellbeing in our society is challenging, for all the above reasons, so it’s often a matter of educating people about all the alternatives available. Wellbeing should be something that is taught from childhood. In reality, it’s an instinctual and innate ability, which becomes suppressed over time through the rhythms and customs of our respective societies. It’s a matter of getting in touch with one’s inner voice, and listening to it, recognizing the body’s signals, which often point us in the direction to take in order to tackle the issues at hand.

Honesty, with one’s self, and with others, is something we could all benefit from, and would probably solve a lot of problems, not only in our personal lives, but in other areas as well.

Her studio is located in Locarno (Switzerland), and you may learn more about the services she provides by going to her website: http://www.terapielagemma.ch

Cinzia 5

Advertisements